Pasta madre e….non solo pane

20180309_092642.jpgNella foto la mia colazione,lo ammetto ho esagerato:caff√® americano e 3 fette di pane con uvetta e mandorle,con l’aggiunta di un po’ di marmellata(roba da agriturismo,slurpūüėä)

Ieri mattina ho preso il mio panetto di pasta madre dal frigorifero e l’ho lasciato a temperatura ambiente,non sapevo ancora se fare il pane o rinfrescare e basta,tornata a casa dal lavoro ho notato che il¬† panetto era lievitato bene,quasi raddoppiato di volume,cos√≠ ho aggiunto 300 g. di farina, l’acqua necessaria e l’ho lasciato riposare 3 ore circa. Dopo cena l’ho ripreso,ho tolto dal totale dell’impasto 100g per continuare a produrre lievito madre e poi ho deciso di fare con met√° impasto dei panini tipo arabo(come l’altra volta) e con l’altra met√° pane con uvetta e mandorle e poi ho lasciato lievitare tutta la notte (ma non √® necessario tanto tempo di lievitazione).Questa mattina ho cotto a 150/180 gradi 40 minuti……..

Annunci

Pasta madre e pane,ricetta

20180303_092833

Bene, come avevo promesso ecco la ricetta su cui mi sono basata per iniziare da zero,ossia da come fare la pasta madre per poi cominciare a fare il pane in casa. La ricetta l’ho scelta, dopo averne visionate diverse in internet,¬† perch√© a me √® sembrata semplice e lineare giusta per me e le mie capacit√†. L’ho presa su un vecchio libro: Il cucchiaio verde” edizione Del verde. Ormai sono vari mesi che 2 volte alla settimana faccio il pane, ovviamente sempre pi√Ļ buono perch√® osservo, gusto, annuso, sento con le mani la consistenza, in pratica vi dico, si deve usare una memoria sensoriale per poter apportare di volta in volta migliorie. Bisogna aver passione, costanza e esperienza con la pasta madre e con il pane. Se non avete mai fatto il pane e volete provare vi consiglio di usare il panetto di¬† lievito di birra perch√® non √® roba facile partire dal lievito madre senza saper gi√† fare il pane, bisogna imparare a sentire la giusta consistenza dell’impasto¬† a capire i tempi e le modalit√† di cottura poi con calma, dopo varie esperienze, passare alla creazione della pasta madre, dovete sapere che la pasta madre non ha un carattere facile, cambia odore e non lievita se non capite le sue esigenze, se non la rinnovate con la giusta dose di farina e acqua, consiglio di prendere pi√Ļ info possibili su di lei tramite conoscenze o internet. Comunque leggete e se avete voglia provate e non demordete

20180302_075038

20180302_075118

Il mio lievito madre al momento del rinfresco

20180227_100537

 

il mio pane

20180227_130506.jpg

 

20180220_172720.jpg

 

 

Era un cuore,ne √® uscito un fiore

20180207_233705.jpgIeri sera il profumo del pane permeava la casa,lo stesso odore che si sente quando entri in panificio e il pane caldo nelle ceste, ti cattura lo sguardo e ti fa allargare le narici.

Ricordi olfattivi mi riportano¬† immagini di vecchi forni.Quando arrivava il periodo delle vacanze scolastiche i miei mi “spedivano” gi√Ļ,in “villeggiatura” da mia nonna,che faceva il pane,nonna Rosa faceva il pane e i “fichi secchi” con la mandorla dentro e portava a cuocere il pane e a “seccare” i fichi al forno,un locale in cui c’era un forno grande e nero che a me intimoriva non poco.

Fare il pane in casa,impastare con le mani,sentire la giusta consistenza,seguire i tempi e osservare la lievitazione,infine curarne la cottura e godere del profumo √® ricchezza per l’anima √® pace per la mente ed √® un dono che facciamo a noi stessi e a chi siede a tavola con noi e non √® vero che non si ha tempo per farlo,ci vuole un po’ di tenacia,questo si,volont√° e tenacia,si.A questa pagnotta ho voluto dare la forma di un fiore,era un cuore ne √® uscito un fiore.20180207_122934

Pasta madre e pane

Ci sono riuscitaaaaaaa!!!!!!!¬†20180118_220648Con farina,acqua,miele e olio ho fatto due panetti.Dopo 48 ore ho cominciato a lavorarli aggiungendo farina e acqua,ho fatto altri panetti e cos√≠ dopo 48 ore ancora,punto e a capo,stessa aggiunta stessa lavorazione. Dopo una settimana¬† ho provato a fare una focaccia20180120_120309-1.jpgVoto 6,5 non molto bella e con un leggero odore acidulo(pasta madre)……..comunque mangiabile,ignorando la frase del marito viziato: il tuo pane non mi piace!! (Antipaticissimo quando fa cos√≠). Questa sera dopo qualche giorno di impasti,amore e tenacia,ho provato a fare il pane a costo di divorziare. Questa sera la prova del nove

…….fatto…….cotto…….e……………mangiato. Una bont√° vi dico,na figata e grande soddisfazione,ora avr√≤ sempre il mio panetto di pasta madre e ogni due giorni il mio pane fatto con buona farina e lievito madre…….chi √® che dice: “abbiamo bisogno di contadini,di poeti,gente che sa fare il pane,che ama gli alberi e riconosce il vento” ….Franco Arminio?…..beh…..io ci credo……….

Che dobbiamo aspettare di essere certificati per essere poeti,contadini,per fare il pane e riconoscere il vento?20180121_194952.jpg