🌲🌲🌲🌲Nel 🌲🌲🌲cuore 🌲🌲🌲 🌲🌲”il bosco”🌲🌲🌲🌲🌲🌲🌲🌲

Alcuni scritti di Marisa sono davvero come una carezza,l’amore per la Natura descritto in poche righe (ma di sostanza):

FB_IMG_1551991977821.jpg“Questa pioggia fitta e leggera calma i pensieri.
Sarà grazie al profumo di incenso che sale dalla terra?
Sarà anche perché abbiamo avuto troppo vento e il vento, si sa, destabilizza il corpo e la mente.
Guardo alla finestra.
Oggi non andrò nel bosco, ho indispensabili commissioni da svolgere e andrò in città, chissa’ quali pensieri mi arriveranno…
FB_IMG_1551991991307.jpgSarebbe difficile per me vivere in città, impossibile non intercettare la fitta rete di pensieri che supera gli umani confini.
FB_IMG_1551991996121Ieri ho trovato del pelo di tasso pochi passi oltre il cancelletto che da’ sul bosco e molti segni di cervi.
Presto li vedrò, come ad ogni primavera scenderanno nel prato vicino alla casa per brucare l’erba nuova e tenera.
Non dimenticherò mai quando, poco più di un anno fa, alzando gli occhi alla finestra ho visto un giovane cervo insolitamente vicino e non dimenticherò certo quando ci siamo guardati e il mio respiro si è fermato.
FB_IMG_1551991984524La tana del tasso è ad una cinquantina di metri dopo il cerchio di castagni ed ha un grande ingresso.
Chissà quanti alloggi, corridoi, chissà se anche la volpe che passava di qui una mattina abita lì.
Sembra che la loro tana sia molto ben organizzata e che possano convivere in una sorta di reciproca collaborazione o convenienza con volpi e conigli.
Ecco, penserò anche a questo, nel pomeriggio, per avere il bosco con me.” (foto e testo Marisa Pezzini)

Annunci

Saper osservare❤

Che strani cieli, strani colori, il sole è velato dal fumo, e poi il vento a forti raffiche;
durante il giorno furia e silenzio si alternano, ma la notte il sibilo sembra più forte.fb_img_1546768858985

Ieri, tornando dalla montagna, abbiamo attraversato una piccola bufera di neve che ha messo in difficoltà molti automobilisti.fb_img_1546768809894
Eppure, per tutta la durata della vacanza, in questo paese a 1700 metri d’altitudine, dove è raro che in inverno la temperatura superi lo zero persino di giorno, ci sono state giornate soleggiate e miti e diversi gradi sopra la media.
Ogni anno è sempre più triste osservare le anomalie climatiche che peggiorano rapidamente e gli effetti del ritiro glaciale, più visibili in montagna, di cui però pochi si preoccupano.

Poi è tornato l’inverno e la notte prima di partire mi sono alzata (lo faccio spesso) e sono rimasta un po’ di tempo alla finestra.
La neve volava dalle cime e dal cielo in un movimento che sembrava a spirale e non riuscivo a staccare gli occhi, era una magia!
Ma improvvisamente eccone un’altra: una cerva tranquilla, quasi sicuramente la stessa che avevo visto un pomeriggio nel bosco vicino, era scesa fino alla casa di fronte e stava brucando la clematide arrampicata alla porta.
fb_img_1546768828571Calma e indisturbata ha continuato la sua ricerca notturna di cibo ed io, felice come una bambina, sono tornata a dormire convinta di aver assistito ad una Magia.

fb_img_1546768875849Ma il mio Nuovo Anno ricomincia qui, dov’è la mia Casa , dove il Destino mi ha concesso i più grandi doni, come quello di percepire qualcosa del mistero dell’esistenza e dove, in certi momenti, posso sentire la pietra, il fiore e l’animale che vive in me, che vive in noi tutti.(testo e foto Marisa)

“Sono stato qui, io?
Sono stato qui?
Dentro questo vapore d’anni,
a cercarmi?”

Pierluigi Cappello, Azzurro elementare.

Riflessione e poesia

FB_IMG_1544889340810.jpg

Adoro quando riflessione e poesia si sposano generando versi capaci di prendermi l’anima e farla danzare,questo lo avrete giá capito leggendomi. Adoro incontrare le anime che viaggiano sulle mie stesse frequenze e adoro quando i versi e le riflessioni nascono dal contemplare la Natura.Saperla descrivere e fermarla anche solo per un attimo in ogni molecola è l’arte dei sensibili di cuore,degli amanti dei 5 elementi. Saperla donare è la qualitá dei semplici,dei puri. Da oggi qui porterò anche gli scritti meravigliosi di Marisa Pezzini:

“Le porte dell’inverno si sono infine schiuse ed è entrato il gelo. Si sente nello scricchiolare della terra indurita e si vede nel cielo che fatica a sciogliere il colore grigio ghiacciato.
Nella serra i cymbidium prosperano e quest’anno ancor meglio grazie ai lavori estivi di isolamento.
È un privilegio sostare in mezzo ai fiori e a questo verde mentre fuori il freddo ha messo tutto a riposo.
Quali infinite possibilità abbiamo, noi umani… Possiamo scegliere attività o silenzio, movimento o quiete, possiamo osservare l’inverno alla finestra e sentire il caldo della casa, ascoltarlo nel cuore.
Ci manca la consapevolezza di questa splendida condizione umana e spesso non sappiamo apprezzarla.
E potremmo fiorire, gioire, espanderci… anche in inverno, anche nel silenzio.

(foto e testo Marisa)

FB_IMG_1544889359657.jpg