Un Mix

20190814_133526.jpgVisto che sono rientrata a Milano e sono ancora in ferie e tra il dover riordinare casa e l’incazzatura perch√® le passeggiate in montagna hanno messo KO le falangi del mio piede sinistro,ho deciso di farlo………cheee?

Ho voluto giocare,era da tempo che volevo farlo,vi spiego:era da tempo che cercavo qualcuno che in sintonia con le mie emozioni nei confronti di tutta la bellezza che ci circonda accettasse il mio desiderio,il mio pastrugnoūüėä,il mio mix di energia poetica maschile e femminile:

Ho scelto una  poesia di Ast,quella  che ho pubblicato ieri, e vi ho inserito alcuni miei versi presi da un paio di mie vecchie poesie.La risposta di Ast alla mia richiesta è stata dolcissima,come del resto lo è lui nei suoi scritti,nelle poesie che pubblica per tutti quelli che vogliono leggerle,non le custodisce sottovuoto o con bramosia di futuri guadagni:

“Come sempre,Rosaūüėä. Collaborazione in amichevole bellezza”

Se volete conoscerlo lo trovate su Instagram con il suo nome d’arte Ast Lovelli

Il risultato è un mix carino,un gioco poetico. I miei versi son quelli in corsivo:

“Ed √® come quel vapore della mattina. Quando si delinea l’alba.

Gli ultimi stormi

ombre scure di storni

volteggiano veloci nel cielo

L’immensit√° che vien gi√Ļ e si distende,si corica ai lati fissando soffitti.

Affascinante il loro spingersi

In avanti e indietro

da un lato,poi l’altro

a dare forma al loro volo.

Una vibrazione di luce ed ombra,

che trema di linee,parte,si ferma,riprende.

Per gli occhi è

mistero,spettacolo di bellezza

eleganza e unione.

unione compatta,instancabile.

L’immenso √® spesso verde,talora azzurro e bleu,come il mare.

Verdi gli alberi,verde l’erba,verde il muschio della Terra,negli steli acerbi,nelle gemme,persino nel rosso dei fiori.

Lo sguardo affonda nell’azzurro¬† infinito……..la luce fa spazio pian pianino all’oscurit√° della notte,Venere la prima stella ne annuncia l’arrivo.

Oh si,il rosso intona la gloria del verde,esalta i bianchi,riscalda i gialli e freme sul nero. E nel nero brillano le stelle

E vanno a perdersi in fondo a questo cielo

che sembra,questa notte,appartenere ad altri mondi

tanto √® puro.”

A me sembra bellissima,a voi?

20190814_132629.jpgle foto di Rosa Solito (Alpe Siusi BZ)

Annunci

L’immenso √® spesso verde (Ast Lovelli)

20190814_152134.jpg

Ed √® come quel vapore della mattina. Quando si delinea l’alba.

L’immensit√° che vien gi√Ļ e si distende,si corica ai lati fissando soffitti.

Una vibrazione di luce ed ombra,che trema di linee,parte,si ferma,riprende.

L’immenso √® spesso verde,talora azzurro e bleu,come il mare.

Verdi gli alberi,verde l’erba,verde il muschio della Terra,negli steli acerbi,nelle gemme,persino nel rosso dei fiori.

Oh si,il rosso intona la gloria del verde,esalta i bianchi,riscalda i gialli e freme sul nero. E nel nero brillano le stelle.

Testo Ast Lovelli

Foto Rosa Solito, laghetto Alpe Siusi (BZ)

Freddo si sgretola il gelo

Freddo si sgretola il gelo.
img-20170129-wa0001-1
Freddo si sgretola il gelo.
Stai in me notte nera : fredda-fredda, fredda
come una zolla di terra che si sgretola al gelo.
Sei come un fiume con l’acqua che sa di alga
e di malta : fredda-fredda-fredda
di neve che scende nella nebbia
di alberi che guardano e tremano i rami.
Stai qui nei labirinti senza la luna
nei tunnel della mente, nell’illusione,
nel desiderio dell’aurora che appare
come un punto interrogativo lontano.
Fredda-fredda-fredda. 

Ast Lovelli

Lo “sciacquettare” di Ast

20170907_184240-1.jpgTesto Ast Lovelli foto Rosa Solito

Semina i tuoi lunghi fili d’erba
su quella nuda dolcissima terra
e dammi l’ombra delle tue zolle
di giorni pieni
di sole e pigolii di uccelli.
Io sarò nel mio groppo di gola
a non saziarmi di queste delizie
a sciacquettare* in pozze d’amore
a dare anima a frecce, a lembi d’ardore
fin quando la luna si ricompone
fin quando il sole impallider√† nella luna.”
”””’ Note ”””

” sciacquettare ” √® un compromesso poetico
Via di mezzo che comprende lo sguazzare e lo zampettare,
è un termine che non esiste in letteratura.
Ma il poeta, si sa, se ne frega :-))

Jam Ast Lovelli

Senza punteggiatura (Ast Lovelli)

15181840355971422934706.jpgSi avvicina San Valentino,nell’aria,nell’invisibile si percepisce ogni anno una sorta di pace…..di acquietamento dei cuori,di tutti i cuori. Molti sono i cuori che non lo percepiscono per distrazione ma questo nell’invisibile avviene e se vi capita di sentire in questi giorni,per un attimo, come una carezza sul cuore √® l’energia che muove questa ricorrenza di San Valentino…….√® l”energia dell’amore,l’amore incondizionato e il miglior mezzo,contagioso direi, per far circolare questa meravigliosa energia di amore per tutto e tutti quale altro pu√≤ essere se non la condivisione poetica?……usiamolo questo mezzo,senza riserbo‚̧

<> SENZA PUNTEGGIATURA <>

<> — <> — <>

Pronta a stornare il cuore
Lei non piangeva
Non era di lacrime che raccontava
Ovunque intorno il mare
Un filo denso colmo di miraggi
di sentimenti fragili
… come carta velina

Argutamente ingenua attenta
non sapeva berne la poesia
ma Lei non piangeva
La sua triste avventura
Non era di lacrime che raccontava

Un mondo che tra le mani sembra sfaldarsi Come fosse fango Come la polvere di un labirinto E come era piana la grande distesa del mare Senza pi√Ļ simboli Senza voce Solo il silenzio piangeva

Solo il silenzio
Solo il silenzio
Solo il silenzio piangeva

Lei non piangeva non era di lacrime che raccontava
E tutto quel vento che le correva sulla pelle/ Quel perfido freddo intenso nelle vene/ L’ acqua scura/ Appena increspata di onde/ E il buio che lentamente arrivava/ A sovrastare/ A coprire/ A scaldare/ Il silenzio di una bocca che si apre senza parlare/ Senza il vapore di un alito nel viso sbiancato

La polvere divenne nebbia
Il fango divenne così bianco
Ebbe riflessi di luce a tratti abbaglianti
Solo il silenzio piangeva
Solo il silenzio
Solo il silenzio piangeva
Ovunque intorno al mare
Un filo denso colmo di miraggi
di sentimenti fragili
… come carta velina
Ma lei non piangeva
Non era di lacrime che raccontava
Ma di sirene Di mare Dell’immensit√†
Di acque pure e profonde

 

 

 

Testo Jam Ast Lovelli

Sola in una stanza vuota (Ast Lovelli)

1426841792239

Una vaga sensazione di imbarazzo

accennando il sorriso compiaciuto
d’uno sguardo profondo
da sollevare al cielo di ferro.

Così fragili di neve
tremano le dita appiccicose
la radio accesa che gracchia
di treni che partono in sbadigli
e fuggono nei suoni di muri d’acqua.

Righe sfumate dei colori d’aria
luminescenti ellissi di occhi verdi
partono dai suoi desideri.
E non si stanca mai di guardare
tra i binari di treni che partono
dalla sua vuota stanza sola.(Ast Lovelli su Google + )

 

 

Cercando i fiori

 

20171211_112454-1.jpgCercando i fiori di Apollinaire

Fin dentro i tuoi occhi

Nell’anno che √® gi√† qui

Come un clavicembalo

verso il ritmo mozzafiato

Del fumo della luna

Per restare allegro ben vivo

Nella tua calda soffitta.

Bella ammor

Che allevi pipistrelli

Luna che non sempre sorridi

Che stai nella nebbia

Di desideri gocciolanti

E di ocra tremi

O mia vertigine .

Testo AST LOVELLI da G+ ¬†( foto “fiori sfumati” di Rosa Solito)

Sguardi

20170907_134623-2

Ma sar√† anche bello parlare di tutto ci√≤ che c’√® stato

e bruciare

nelle scintille del tuo sguardo adirato.

Ma sar√† bello anche incunearci nell’attesa

di un triste sorriso.

E aspettare un bacio.

Ma sarà bellissimo esplorare la mente

per vederti

come se fosse la prima volta.

Un gioco di sguardi.

Sarà lo scambio di un sogno.

Ed i sogni sono potenti.

E saremo stranieri

che hanno trovato una nuova terra.

Ma sarà anche bello annegare nel mare.

Dei tuoi occhi profondi .

Da google+ testo di Ast Lovelli

” Ora dormi” di Ast

20161114_195456

 

Ora dormi e mi insegni

Che il cuore non molla la presa

Che c’√® la mia vita tra le tue ciglia chiuse .

 

E tu dormi, amore

E mentre dormi ti guardo.

 

E mi insegni che il pane è dolce

nei tuoi occhi chiusi

come l’eco di antiche preghiere.

Che per pregare basta un sorriso.

 

Ma ora dormi, amore .

 

Tu che sei il mio campo di grano

Che cresce dalla terra al cielo.

E ora dormi, amore

Il mio cuore non molla la presa .

 

 

 

Editing Jam Ast Lovelli