Blog

L’albero della vita

IMG_20191005_110808_460.jpgUn paio di anni fa ho completato questo lavoro impiegando nella maggior parte materiale recuperato su spiagge liguri ossia ciottoli di pietra e di vetro smussati dal mare e bellissimi frammenti di Pirite che ho trovato sulle colline piacentine. Ho incastonato tutto su una base rotonda di circa 20cm. di diametro e alta circa 3cm. Non è stato facile perchè sapete il cemento si asciuga velocemente,ho seguito la mia intuizione artistica ma avevo giá progettato idealmente l’esecuzione. Il giorno dopo ho dato il colore e aggiunto qualche altro indizio con le tempere. Come ultima cosa ho passato un velo di fissante. Ho impiegato parecchie ore,non consecutive ma riprendendo il lavoro quando avevo voglia. Mentre ci lavoravo ho impiegato le mie più pure intenzioni,quelle che usano gli artisti noti o invisibili ai più,non vi è differenza. Si tratta di quelle intenzioni creative che arrivano solo da livelli vibrazionali alti,tutti vi possono accedere ma c’è chi poi materialmente li realizza. Chi materializza poesie,musiche,dipinti,sculture dove credete che vada a prendere, con amore,l’intuizione creativa?….su alti livelli,altre dimensioni sicuramente.

Vi ho messo molto amore e passione nel realizzarlo e mentre lo facevo pensavo di regalarlo,una volta completato, a una persona di cui nutrivo molta ammirazione e stima. Fortunatamente un episodio,una spiacevole circostanza,mi ha messo davanti  l’ identitá non molto pulita di quella persona quindi ho tenuto l’albero della vita per me. Per molti mesi in casa non avevo idea di dove piazzarlo poi ho pensato al terrazzo ma come appenderlo? Che non avevo pensato di metterci un gancio quando il cemento era ancora morbido.

Qualche giorno fa ho avuto degli operai in casa e ho chiesto loro del cemento fresco per poter “appiccicare” la mia opera d’arte su una colonnina del terrazzo. -“Nessun problema signora,ci penso io” mi ha detto l’operaio mentre guardava con la testa inclinata e girandolo un po’ a destra e un po’ a sinistra il mio albero della vita.-“Quale parte deve stare in alto?” mi chiede.-” Faccia lei rispondo” pensando che la mia parte in alto è quella verde e aspettando incuriosita di vedere secondo lui quale sarebbe stata la parte da mettere in alto.

Vi ho raccontato tutto questo per dirvi che davvero non è detto che 2+2 faccia sempre = 4

L’albero della vita è l’albero cosmico,rappresenta le energie del cielo e della terra che ininterrottamente collaborano tra loro,cosí è il Cosmo e tutto ciò che gli appartiene. L’albero della vita può essere messo come si desidera,a testa in giù o a testa in su.

Testo,foto e opera d’arte😌 Rosa Solito

Annunci

Ortomio

Vi ho raccontato qualche giorno fa dell’orticello che mi è stato assegnato nel Parco Nord di Milano. Vi ho raccontato del lavoro fatto,del mio cercare in lungo e in largo un orto dove poter mettere in pratica il mio pollice verde.20190913_183617

Bene,ho iniziato: settimana scorsa ho piantato erbette,scarola e insalatina.20190923_184657

Sono davvero molto contenta,riflettendo mentre ero lí nell’orticello mi sono detta che è proprio vero che le cose quando sono in sintonia con il proprio percorso di vita,quel nostro percorso misterioso e sconosciuto,filano lisce senza intoppi senza troppo girare e cercare senza sprecare inutilmente energie e tempo. È un dato di fatto ormai. Con il passare del tempo,degli anni, ho capito che se ci lanciamo in un progetto,un percorso e non si riesce a portarlo avanti perchè inciampiamo continuamente in piccoli o grossi ostacoli bisogna lasciar perdere,non è la nostra strada,non è quella giusta. Quest’orto aspettava me e vi ho trovato i fiori gialli di Topinambur,una radice che si usa in cucina

20191001_170855.jpg

Le rose che “gettano” in alto gli ultimi boccioli

20191001_170838-1.jpg

Gli Iris che faranno splendidi fiori,vicino alla menta.

20191001_172342-1.jpg

Le fragole,la rucola e il rosmarino

20191001_172141.jpg

 

Le zucchine lunghe del vicino che hanno varcato il confine e crescono sfacciatamente indisturbate nell’ortomio. “Ortomio”  l’ho appellato da subito cosí e questo resterá il suo nome.

20191001_170910.jpg

Abbondanza è la parola che mi viene guardandomi intorno quando sono in questo spazio verde,una bella parola quando la si mette in un contesto Green,perchè davvero ci si sente nutriti di purezza,di bellezza……

un chilo e trecento grammi di zucchina.

20191001_180434.jpgfoto e testo Rosa Solito

Ti abbraccio equinozio d’autunno

 

20190827_192245-2

Dietro il vetro bagnato
il mattino é tornato
oggi dimentico me
oggi ricordo te
osservo le vive case là fuori
gli infissi s’aprono come bocche sbadiglianti
sai,si chinano anche i fiori
sono bersaglio di gocce pesanti
non c’é molta luce intorno
l’anima si fa sentire
e la pioggia scrosciante
copre i rumori
cambia anche i colori
sono giochi di_versi….(tu sai)
stesi su pagine bianche nello stesso tuo istante.
Sincronicitá.
Nello stesso spazio divino
complici di una pioggia scrosciante…….
costante……..
Rosa Solito
21/09/2019. (per l’equinozio d’autunno)

In foto la mia superba pianta di Altea

L’ortomio

Finalmente ho un mio orto,per anni ho cercato,ho girato in lungo e in largo a Milano e altrove tra  vari orti condivisi ma non trovavo ciò che cercavo,non trovavo il luogo in cui la mia anima poteva esprimersi,libera.Ho sempre cercato un angolino verde dove poter dare via libera al mio pollice verde,dove sentire i profumi tutti anche quelli legati a memorie della mia terra natale tipo l’odore della rucola,della menta o del rosmarino e altri, odori,profumi che da bambina sentivo quando andavo in vacanza da mio zio nei suoi trulli e nei suoi campi. Ora posso fermarmi finalmente “senza tempo” a lavorare la terra e a sentirne i profumi. Avrò un gran lavoro da fare,ieri ho lavorato di pala. È un orto che si trova nel Parco Nord,per anni son passara in bicicletta davanti a questi orti e ogni volta sognavo uno di quei orticelli: “quanto mi piacerebbe qui” mi son sempre detta. Un giorno ho cercato nel sito del parco nord cosa potevo fare per farmene assegnare uno e fortunatamente era proprio il mese in cui c’era il bando. Ed eccolo quá. Avrò molto da fare e da raccontare20190913_183617.jpg

Buddleia

La dolce Marisa,faccia a faccia con la bellezza:

Fiore della buddleiaFB_IMG_1567109349550

“Tardo pomeriggio, il senso del tramonto di fine estate nell’aria, sensazioni di una vita calma che attraversa fiori ed anche flutti senza smarrire mai la fiducia.

La mia ora preferita è questa, l’ora in cui il lavoro quotidiano è compiuto e con gioiosa leggerezza mi incammino verso il bosco.
Il sentiero si è ristretto per l’avanzata della vegetazione e le buddleie pendono e si intrecciano ad arco appena sopra il passaggio.
Quante volte mi sono chiesta dov’è la vera bellezza?
È nella mano del giardiniere, del boscaiolo, nell’organizzazione e nella sistemazione secondo l’estetica e l’utilità umana o piuttosto nell’ordine disegnato dalla natura stessa e dai cambiamenti che si susseguono di stagione in stagione?

Mi risponde il Fiore della buddleia che non smetterei mai di ammirare,
il fiore dell’albero delle farfalle, con le sue tonalità di viola e rosso, segno della mirabile arte autunnale.

In questo passaggio di stagione tutto appare fiabesco e i rami intrecciati sopra il sentiero a formare una volta mi sembrano arabeschi di rara bellezza.”

FB_IMG_1567109339783.jpgil sentiero.

Foto e testo Marisa Pezzini

 

 

 

 

Un Mix

20190814_133526.jpgVisto che sono rientrata a Milano e sono ancora in ferie e tra il dover riordinare casa e l’incazzatura perchè le passeggiate in montagna hanno messo KO le falangi del mio piede sinistro,ho deciso di farlo………cheee?

Ho voluto giocare,era da tempo che volevo farlo,vi spiego:era da tempo che cercavo qualcuno che in sintonia con le mie emozioni nei confronti di tutta la bellezza che ci circonda accettasse il mio desiderio,il mio pastrugno😊,il mio mix di energia poetica maschile e femminile:

Ho scelto una  poesia di Ast,quella  che ho pubblicato ieri, e vi ho inserito alcuni miei versi presi da un paio di mie vecchie poesie.La risposta di Ast alla mia richiesta è stata dolcissima,come del resto lo è lui nei suoi scritti,nelle poesie che pubblica per tutti quelli che vogliono leggerle,non le custodisce sottovuoto o con bramosia di futuri guadagni:

“Come sempre,Rosa😊. Collaborazione in amichevole bellezza”

Se volete conoscerlo lo trovate su Instagram con il suo nome d’arte Ast Lovelli

Il risultato è un mix carino,un gioco poetico. I miei versi son quelli in corsivo:

“Ed è come quel vapore della mattina. Quando si delinea l’alba.

Gli ultimi stormi

ombre scure di storni

volteggiano veloci nel cielo

L’immensitá che vien giù e si distende,si corica ai lati fissando soffitti.

Affascinante il loro spingersi

In avanti e indietro

da un lato,poi l’altro

a dare forma al loro volo.

Una vibrazione di luce ed ombra,

che trema di linee,parte,si ferma,riprende.

Per gli occhi è

mistero,spettacolo di bellezza

eleganza e unione.

unione compatta,instancabile.

L’immenso è spesso verde,talora azzurro e bleu,come il mare.

Verdi gli alberi,verde l’erba,verde il muschio della Terra,negli steli acerbi,nelle gemme,persino nel rosso dei fiori.

Lo sguardo affonda nell’azzurro  infinito……..la luce fa spazio pian pianino all’oscuritá della notte,Venere la prima stella ne annuncia l’arrivo.

Oh si,il rosso intona la gloria del verde,esalta i bianchi,riscalda i gialli e freme sul nero. E nel nero brillano le stelle

E vanno a perdersi in fondo a questo cielo

che sembra,questa notte,appartenere ad altri mondi

tanto è puro.”

A me sembra bellissima,a voi?

20190814_132629.jpgle foto di Rosa Solito (Alpe Siusi BZ)

L’immenso è spesso verde (Ast Lovelli)

20190814_152134.jpg

Ed è come quel vapore della mattina. Quando si delinea l’alba.

L’immensitá che vien giù e si distende,si corica ai lati fissando soffitti.

Una vibrazione di luce ed ombra,che trema di linee,parte,si ferma,riprende.

L’immenso è spesso verde,talora azzurro e bleu,come il mare.

Verdi gli alberi,verde l’erba,verde il muschio della Terra,negli steli acerbi,nelle gemme,persino nel rosso dei fiori.

Oh si,il rosso intona la gloria del verde,esalta i bianchi,riscalda i gialli e freme sul nero. E nel nero brillano le stelle.

Testo Ast Lovelli

Foto Rosa Solito, laghetto Alpe Siusi (BZ)

Una mattina d’estate

20190724_153731.jpgA volte e per fortuna,nella vita accadono fatti allegri che poi ti riportano a sorridere ancora nel ricordarli a distanza di tempo,vi spiego:

Qualche giorno fa a Camporosso mare(IM) la prima mattina di vacanza in attesa che i miei due bradipi(marito e figlio) decidessero cosa fare,sono andata a camminare con passo veloce sul lungo mare,ad un certo punto passo di fianco ad un signore moolto avanti con gli anni,non meno di 80 sicuro, noto che si muove lentamente appoggiandosi ad un bastone e trascinandosi dietro un carrellino con la spesa,”tenero” penso.Si gira mentre lo sto superando, mi guarda,sgrana gli occhi,farfuglia qualcosa agitandosi,”povero”…penso.Proseguo. Trovo una panchina e mi siedo un attimo a guardare il lungo mare e la sua spiaggia libera,uno spettacolo il tutto. Poco dopo vedo l’anziano che mi guarda e sembra acelerare la sua traballante andatura. Mi raggiunge,si ferma e mi dice con voce tremante o forse senile: “Ecco…..volevo dirle che è una bella donna….ecco….” Lo ringrazio e guardo altrove….”davvero bella”……”grazie….grazie”, rispondo ancora sempre guardando altrove,al momento  stupita e anche un po’  in allerta,sai,come quando incontri i “folli” per strada e l’unico imput che ti invia il cervello è “hoibò” e mo’ ?????

Il mio guardare altrove funziona e lui riprende per la sua strada,che poi è anche la mia, allontanandosi sul lungo mare……..e mo’???? Che devo proseguire e devo ripassargli di fianco? non vorrei che si agitasse,farfugliasse spalancando ancora gli occhi……”va beh….proseguo” mi dico.

Lo affianco di nuovo,sempre con passo veloce,intanto mi sento la protagonista di una barzelletta😄😄…. e lui mi dice sempre con voce senile tremolante “beve un caffèèèè?”……supero,sorrido,mi allontano,vado lontano😊😊😊.

Gli uomini……

Il mio Tempio

La Natura,sai,è il mio Tempio

20190425_191549-1.jpg

Ogni umano ha punti di vista differenti

20190425_191534.jpg

Per ognuno stesso soggetto

20190425_191405

Per ognuno sfumature diverse

20190425_184135-1.jpg

Colori diversi

Elementi diversi che ruotano tutto intorno donano realtá diverse

Ma la Veritá poi quale sará?

Foto scattate in un breve lasso di tempo,pochi minuti, affacciata sul golfo del Tigullio a Moneglia.

Un abbraccio,tempo di meditazione per me🌹

 

Cuore pellegrino

20190120_124953.jpgCuore pellegrino, cuore che gioisce attraverso il “sentire” nella natura…che sia il suono di una cascata,il canto degli uccellini felici,lo schiudersi al mattino delle margherite,l’umida e nera terra dei campi ,i contorni i colori e i profumi dei fiori,le gocce….perfette…di rugiada sui loro petali,la risata di un bimbo,il bacio tra due innamorati,i sorrisi che s’incrociano tra i passanti,il suono gentile di una voce,gli occhi belli e trasparenti di un’anziano/a,una poesia gettata lì all’istante.
Cuore pellegrino……
Testo e fito Rosa Solito20190120_122640-1.jpg