Una mattina d’estate

20190724_153731.jpgA volte e per fortuna,nella vita accadono fatti allegri che poi ti riportano a sorridere ancora nel ricordarli a distanza di tempo,vi spiego:

Qualche giorno fa a Camporosso mare(IM) la prima mattina di vacanza in attesa che i miei due bradipi(marito e figlio) decidessero cosa fare,sono andata a camminare con passo veloce sul lungo mare,ad un certo punto passo di fianco ad un signore moolto avanti con gli anni,non meno di 80 sicuro, noto che si muove lentamente appoggiandosi ad un bastone e trascinandosi dietro un carrellino con la spesa,”tenero” penso.Si gira mentre lo sto superando, mi guarda,sgrana gli occhi,farfuglia qualcosa agitandosi,”povero”…penso.Proseguo. Trovo una panchina e mi siedo un attimo a guardare il lungo mare e la sua spiaggia libera,uno spettacolo il tutto. Poco dopo vedo l’anziano che mi guarda e sembra acelerare la sua traballante andatura. Mi raggiunge,si ferma e mi dice con voce tremante o forse senile: “Ecco…..volevo dirle che è una bella donna….ecco….” Lo ringrazio e guardo altrove….”davvero bella”……”grazie….grazie”, rispondo ancora sempre guardando altrove,al momento  stupita e anche un po’  in allerta,sai,come quando incontri i “folli” per strada e l’unico imput che ti invia il cervello è “hoibò” e mo’ ?????

Il mio guardare altrove funziona e lui riprende per la sua strada,che poi è anche la mia, allontanandosi sul lungo mare……..e mo’???? Che devo proseguire e devo ripassargli di fianco? non vorrei che si agitasse,farfugliasse spalancando ancora gli occhi……”va beh….proseguo” mi dico.

Lo affianco di nuovo,sempre con passo veloce,intanto mi sento la protagonista di una barzelletta😄😄…. e lui mi dice sempre con voce senile tremolante “beve un caffèèèè?”……supero,sorrido,mi allontano,vado lontano😊😊😊.

Gli uomini……