Lega Antipredazione: “L’espianto è tortura con omicidio…”

Circolo Vegetariano VV.TT. Treia

Finalmente è stato introdotto il delitto di tortura nell’ordinamento italiano: “Art. 613-bis (Tortura)- Chiunque, con violenze o minacce gravi, ovvero agendo con crudeltà, cagiona acute sofferenze fisiche o un verificabile trauma psichico a una persona privata della libertà personale o affidata alla sua custodia, potestà, vigilanza, controllo, cura o assistenza, ovvero si trovi in condizioni di minorata difesa, è punito con la pena della reclusione da quattro a dieci anni … se i fatti sono commessi da un pubblico ufficiale… da cinque a dodici anni… Se dai fatti deriva la morte quale conseguenza non voluta, la pena è della reclusione di anni trenta.
Se il colpevole cagiona volontariamente la morte, la pena è dell’ergastolo”.

E’ fuor di dubbio che l’espianto è atto programmato e volontario per procacciare organi per trapianti.
E’ fuor di dubbio che di tortura si tratta quando la persona con lesione cerebrale per incidente o malattia viene…

View original post 298 altre parole