Solo

sunrise-1116985_640Solo

giungerai al crepuscolo

prostrandoti

una vita di note stonate,non credi?

lascerai umori

e parole dannate

ogni cosa,ti dico

ha oscuro contorno

giungerai al crepuscolo

dinanzi al suo  colore rosato

finemente d’arancio striato

non invano ti struggerai

prostrandoti alla vita

all’amore atteso,che tanto hai cercato

 nella semplicitá comprenderai

Testo Rosa Solito Foto presa dal Web

Annunci

Riflessione del giorno 😇😇😇

Tornando verso casa poco fa mi son trovata a dover riflettere sulla vita,passano gli anni e pure i secoli e la gente non cambia

Stavo tornando a casa e un “vecchio rimbambito porco” come  appello io questo tipo di persone,anche se non era poi cosí vecchio mi ha guardata incrociandomi,con quello sguardo porco che noi donne conosciamo bene e mi ha detto  con voce da “LATRIN LOWER” : “ciao bella”…………..😕…..sono andata oltre anche se la mia gamba destra voleva calciare con violenza su la parte più vulnerabile del maschio ……..da qui poi  la mia riflessione e camminando tra me e me mi dicevo: dunque ho i capelli brizzolati per mia scelta, fa bene alla salute, all’ambiente e tiene(dovrebbe) lontano i pappagalli,mi trucco pochissimo un po’ di rossetto e matita nera,non vesto in modo appariscente……..e allora come casso è che fin dalla tenera etá ho sempre incontrato sti “vecchi rimbambiti porci”…..ovviamente si deve tollerare,compatire e proseguire ….altrimenti sei femminista oppure ” una pu…na ribelle”,secondo il loro punto di vista.

Cosí pensando che in natura abbiamo scarafaggi e zanzare ho pensato che pure i “vecchi rimbambiti porci” se esistono ci sará un perchè………….va che filosofia……va……😇😇😇

Qui e ora

IMG_20170526_232459Salgono
Antichi ricordi
Antiche sensazioni

Passioni andate e non dimenticate
Salgono da chissà quali abissi
Salgono antiche paure

Libera il cuor da tanta sofferenza

Lascia al vento  accogliere le tue pene,dissolvere ad alte quote scogli inutili
Lascia svanire così,con parole d’amore,amore bambino,amore puro,amore leggero

E torna a seguire il volo delle farfalle verso nuovi orizzonti….
……………….Qui e ora……………….
(Testo e foto Rosa Solito)

Pasta madre e….non solo pane

20180309_092642.jpgNella foto la mia colazione,lo ammetto ho esagerato:caffè americano e 3 fette di pane con uvetta e mandorle,con l’aggiunta di un po’ di marmellata(roba da agriturismo,slurp😊)

Ieri mattina ho preso il mio panetto di pasta madre dal frigorifero e l’ho lasciato a temperatura ambiente,non sapevo ancora se fare il pane o rinfrescare e basta,tornata a casa dal lavoro ho notato che il  panetto era lievitato bene,quasi raddoppiato di volume,cosí ho aggiunto 300 g. di farina, l’acqua necessaria e l’ho lasciato riposare 3 ore circa. Dopo cena l’ho ripreso,ho tolto dal totale dell’impasto 100g per continuare a produrre lievito madre e poi ho deciso di fare con metá impasto dei panini tipo arabo(come l’altra volta) e con l’altra metá pane con uvetta e mandorle e poi ho lasciato lievitare tutta la notte (ma non è necessario tanto tempo di lievitazione).Questa mattina ho cotto a 150/180 gradi 40 minuti……..

Pasta madre e pane,ricetta

20180303_092833

Bene, come avevo promesso ecco la ricetta su cui mi sono basata per iniziare da zero,ossia da come fare la pasta madre per poi cominciare a fare il pane in casa. La ricetta l’ho scelta, dopo averne visionate diverse in internet,  perché a me è sembrata semplice e lineare giusta per me e le mie capacità. L’ho presa su un vecchio libro: Il cucchiaio verde” edizione Del verde. Ormai sono vari mesi che 2 volte alla settimana faccio il pane, ovviamente sempre più buono perchè osservo, gusto, annuso, sento con le mani la consistenza, in pratica vi dico, si deve usare una memoria sensoriale per poter apportare di volta in volta migliorie. Bisogna aver passione, costanza e esperienza con la pasta madre e con il pane. Se non avete mai fatto il pane e volete provare vi consiglio di usare il panetto di  lievito di birra perchè non è roba facile partire dal lievito madre senza saper già fare il pane, bisogna imparare a sentire la giusta consistenza dell’impasto  a capire i tempi e le modalità di cottura poi con calma, dopo varie esperienze, passare alla creazione della pasta madre, dovete sapere che la pasta madre non ha un carattere facile, cambia odore e non lievita se non capite le sue esigenze, se non la rinnovate con la giusta dose di farina e acqua, consiglio di prendere più info possibili su di lei tramite conoscenze o internet. Comunque leggete e se avete voglia provate e non demordete

20180302_075038

20180302_075118

Il mio lievito madre al momento del rinfresco

20180227_100537

 

il mio pane

20180227_130506.jpg

 

20180220_172720.jpg