viola del pensiero

NO,Viola

non credo che fermerò le mie parole

ora sospese sull’onda del respiro

onda silenziosa

lunga, in un sol sospiro.

Semmai le fisserò su petali

sottili fogli di fiori

candidi e profumati e,messaggeri.

Foto e testo di Rosa Solito

Annunci

avrei voluto un giardino

È che avrei voluto un mio giardino.
Un tappeto di petali di pruno
il verde brillante di un pino………..
……………………………………………..
È che avrei voluto finestre sul cielo
e sieste sotto un melo…………………
………………………………………………..
È che ho in vaso un piccolo melo
mandato dal cielo
e piccoli fiori di trifogli
È che vivo la vita senza imbrogli…………….
E’ che avrei voluto un giardino

Foto e testo Rosa Solito

Barbablù

Anche in questo caso si può parlare di narcisismo patologico e di quello più vile…..è evidente.

A proposito della violenza sulle donne se ne sentono di ogni e ogni giorno.

Purtroppo i Barbablù esistono,vi racconto di una mia piccola,”buffa” disavventura e voglio scrivere tra virgolette “buffa”, perché in realtà mi ha ferito, che comunque secondo me rientra nelle tematiche della violenza sulle donne, perché sempre di non rispetto per il gentil sesso si tratta…..e meno male che volevo avere e dare solo amicizia.
Qualche anno fa ho incontrato una persona,un professore,che ha attirato subito da parte mia l’attenzione perché nutriva come me buoni propositi centrati sulla salvaguardia del pianeta,nutrivo anche affetto per la sua persona che aveva avuto precedenti di vita sfortunati:vedovo, difficoltá a trovare amori stabili,paresi facciale e altro. Mi piaceva l’idea di potergli offrire tutta la mia stima e amicizia,cosí saltuariamente seguivo le sue vicissitudini di vita, partecipavo a qualche evento sulla biodiversitá in cui era relatore e ci si scambiava ogni tanto qualche messaggio su whatsapp e su FB,tutto qui. La cosa che notai da subito fu che prese la mia amicizia come corteggiamento ma non gli diedi peso,anche perché vedendolo…insomma….di bello neppure l’ombra per tirarsela così e lasciai correre per la simpatia che nutrivo e ogni volta che mi faceva battute strane,avances lo liquidavo ricordandogli la fedeltà che mantengo da sempre verso il mio uomo,mio marito.
Nel giro di un paio d’anni mi sono resa conto che è un grande narcisista e che cucca,riesce a cuccare mostrando le sue piaghe,le sue ferite:facendo pena con le sue storie trova povere donnine gentili che con l’indole da infiermierine gli danno tanto amore e che lui ricambia con il tradimento,quasi come se godesse di questo. Quando poi si sentono svuotate e deluse scappano e lui ricomincia come i ragni a tessere la sua tela di pene e struggimenti per procurarsi altre vittime. L’assurdo: pochi giorni fa mi arriva un messaggio vocale di una sua donnina, che a mezzanotte(e dall’ora deduco quanto molto oca possa essere) mi comunica di fare attenzione a quell’uomo in quanto persona pericolosa e viscida e questo pure con lui lí vicino che si vantava di quanto fosse corteggiato. Che dire la donnina ha fatto la scoperta dell’acqua calda…..povera!
Nella foto: uno zerbino

Che te lo fai uno Spritz da me?

Che te lo fai uno Spritz da me?
Controllare se in casa ci sono tutti gli ingredienti:

Prosecco (tre parti)
Aperol o Bitter (due parti)
Un’arancia,seltz o acqua minerale frizzantissima e ghiacciatissima
Stuzzichini vari

Metti nel bicchiere qualche cubetto di ghiaccio poi versa il prosecco,procedi con il seltz o l’acqua minerale e infine aggiungi l’Aperol,gira il tutto e decora con una mezza fettina d’arancia. Servi abbinando stuzzichini vari.

Io chi sono?

20170106_174529-1

nella foto:particolare ingrandito del Duomo di Milano

 

Chi sono?
“Mi piace anche scrivere
l’ho scoperto da poco tempo
e qui lo esperimento”
Amo la naturalezza,la semplicità delle cose e delle persone,l’autenticità.
Non simpatizzo con chi ogni giorno si nasconde dietro a un trucco pesante e dentro abiti sfarzosi.
Sono una persona creativa e a tratti disoccupata,mi piace anche scrivere  l’ho scoperto da poco tempo e qui lo esperimento.
Chi ero:
Qualche anno fa dopo un trascorso di vita pesante ho deciso di fermarmi un attimo a riflettere sul perché mi fossi più volte trovata in situazioni difficili e drammatiche. Ovviamente quando parti ad analizzare tutto quello che ti è successo fuori e dentro ci vuole tempo e molto per trarre delle conclusioni,per cercare e trovare risposte……ci sto ancora lavorando,il cantiere è sempre aperto. Ricordo che una mia amica mi disse devi cercare dentro di te,chi sei tu al di lá del tuo nome?

Tornai a casa continuando a pormi la domanda,mi era difficile trovare risposta. Presi carta e penna e mi dissi: “forse per trovare risposte devo cominciare a scrivere i miei pregi e difetti su un foglio”. La cosa mi sembrò banale e facile ma non fu così:per giorni non mi venne fuori nulla,beh….. era proprio lí il problema.

Lilium Tigrinum


20170218_192512.jpgLilium tigrinum è il nome di questo stupendo fiore,ho avuto il piacere di assistere all’apertura del bocciolo nel giro di tre ore. Sono rimasta a lungo ad osservare i petali e la bellezza del colore arancio ricoperto da piccoli pois marroncini. I petali sono corposi,spessi sembrano delicati ma in realtà non lo sono. Fin da piccola mi è sempre piaciuto sentire con la pelle del viso e delle labbra i contorni e la superficie liscia dei petali dei fiori,con i polpastrelli delle dita si percepisce meno la loro morbidezza. Ogni specie simbologicamente ha un suo messaggio, il Lilium Tigrinum è simbolo di ricchezza e orgoglio chi lo regala porta così un messaggio importante e unico alla persona che lo riceve: il prezioso valore,il sentimento di stima,ammirazione e amore.

È una bulbosa perenne
Sono gigli,in natura ce ne sono diverse specie,circa 110.È diffuso in Cina,Corea e Giappone dove la traduzione del nome dato significa “Giglio demone”. Il polline è tossico per l’uomo e le parti della pianta sono velenose per i gatti. Viene usato in omeopatia

Foto e testo Rosa Solito

20170221_084638-1.jpg

Foto Rosa Solito

Un po’di astrologia: Pesci

20170219_113442-1
Disegno Rosa Solito

..
PESCI
Dal 20 febbraio il sole entra nel segno dei Pesci,segno d’acqua .I pianeti signori Nettuno, e Luna in questo segno ,giocano in un alternarsi di fantasia e sentimento e Giove aiuta l’animo ad espandersi entro l’infinito e oltre. La simbologia stagionale corrisponde all’ultima fase di trasformazione del seme:la pianticina è quasi completa,è ancora nell’oscurità all’interno del terreno ma sente già l’energia del Sole,ha bisogno di sentirla. Siete molto sensibili,ricettivi,emotivi,con capacitá di dedizione e grandi slanci di cuore. Avete una intensa fantasia creativa,empaticamente ci siete sempre e attraverso l’arte,se coltivata,sapete portarvi e portare gli altri in dimensioni diverse,in altri mondi..A volte tendete alla passività mimetizzando con questa,la necessità di difendere il proprio comodo, il vostro spazio,o forse di questa passività che a volte vi fa sembrare puri,innocenti,vittime d’inquietudine ne fate l’arma segreta, per essere amati,curati e scaldati,proprio come il Sole scalderà la tenera piantina. I sentimenti per voi sono vitali, sempre pronti ad aiutare e comprendere chi ha bisogno. Siete semplicemente meravigliosi pesciolini…Buon Compleanno
(Rosa Solito)

L’anarchica alternativa o l’alternativa anarchica

 

L’ Anarchica alternativa (sempre con ironia)

Non credo nella politica….tempo buttato.
Credo che qualsiasi umano che sia o rosso o giallo o nero, ad eccezione di qualche extraterrestre travestito da umano, sia ancora vittima del proprio e altrui potere. Non possono esserci presidenti o monarchi che tengano……
forse qualche guida(Gandhi)o profeta(Maometto,Gesù,Budda e molti altri)ha provato a farlo capire…..ma ad oggi le greggi seguono ancora i caproni rossi,gialli o neri………qualche anarchico vorrebbe cambiare il sistema e quindi simpatizzo ma non tollero arroganza,violenza,non rispetto e tanta ignoranza di cuore dietro il rifiuto di regole. È un gran minestrone nello stesso calderone,preferisco la cruditá e la singolarità piuttosto, potrei definirmi anarchica alternativa?(che non è alternativa libertaria) cosí giusto per non finire per giudizio di altri, nell’altro calderone:quello della pazzia.

Rosa Solito(foto Daniele )